• Foto porto di Anzio
  • Foto via del Babuino e via Margutta
  • Foto Villa Borghese
  • Foto Testaccio
  • Foto Caffè Notegen

Cadavere squisito – I luoghi del libro

  • Il porto di Anzio

    Il porto di Anzio è il teatro del prologo di “Cadavere squisito”. È il 14 giugno 1990. Quella stessa sera, a Roma, l’Italia gioca contro gli Stati Uniti nel Mondiale di calcio e gli italiani sono tutti alla tv. Dalle acque del piccolo porto di pescatori viene ripescata un’auto al cui interno c’è il cadavere di una giovane donna. È stata uccisa, probabilmente a coltellate.

  • Via del Babuino e via Margutta

    Il centro di Roma nella sua concezione più classica: cultura e shopping. Qui (nella piccola via Alibert) abita Nicola Maria Sadler detto Niki, il protagonista del romanzo. Qui, ai giorni nostri, si svolge gran parte dell’intreccio

  • Villa Borghese

    L’incontro di Niki con Maurizio, il giovane collega che lo incalza con il suo “rampantismo”, si svolge di domenica mattina su un’assolata panchina di Villa Borgese.

  • Il quartiere Testaccio

    Nello storico quartiere romano c’è la discoteca Mama don’t cry, dove Niki sarà coinvolto in una serata “illuminante”.

  • Il Caffè Notegen di via del Babuino

    Nello storico caffè-teatro della capitale, oggi purtroppo chiuso, si svolge il confronto tra Niki e l’ispettore Falasco che indaga su di lui.