Prigione con piscina – I luoghi del libro

  • Via Aurelia e Villa Pamphili

    Villa Magnolia è come un villaggio all’interno di Roma. Si trova sull’Aurelia antica «in quel tratto diritto e stretto che lambisce l’immenso parco di Villa Pamphili».
    Ecco, è proprio qui, a Villa Magnolia, che si svolge gran parte del racconto di «Prigione con piscina», tra case di gente benestante in un agosto romano dove chi non è andato in vacanza si ritrova sui bordi della piscina condominiale.

  • Auditorium Parco della Musica

    L’Auditorium Parco della Musica è il teatro di alcune delle pagine decisive di «Prigione con piscina». Nel corso del concerto del jazzista Tony Mastrota, tra centinaia di spettatori entusiasti per l’esibizione del noto musicista, si snoda una parte fondamentale dell’intreccio.

  • Perù

    Che cos’hanno in comune l’ineffabile maggiordomo Isidro e il misterioso ingegner Rodolfo Raschiani appena arrivato a Villa Magnolia? Apparentemente niente, se non una comune passione per il Perù. Raschiani ha lavorato alcuni anni nel paese sudamericano, Isidro lo ha lasciato giovanissimo per sbarcare in Italia. Ma non ci sono solo i ricordi…

  • Roma - Lungotevere

    Filippo Ermini, il protagonista, a 38 anni è rimasto semiparalizzato in seguito a un incidente stradale. Un’auto lo ha colpito sulla ruota posteriore della sua Bmw ed è fuggita. Lui non si è rialzato. E dopo un lungo periodo di coma e una lunghissima convalescenza, adesso sopravvive su una sedia a rotelle.
    Ma quell’incidente sul lungotevere Marzio forse non è stato un semplice incidente.

  • La piscina

    Una piscina condominiale in un complesso residenziale che ad agosto si svuota, o quasi.
    Attorno a questo rettangolo di acqua smeraldina, tra condomini annoiati e chiacchieroni, ha luogo l’incontro tra Filippo Ermini e il misterioso ingegner Rodolfo Raschiani.